Redditi percepiti in sostituzione di lavoro dipendente o equiparati

Sono redditi di lavoro dipendente quelli che derivano da rapporti aventi per oggetto la prestazione di lavoro, con qualsiasi qualifica, alle dipendenze e sotto la direzione di altri, compreso il lavoro a domicilio quando e’ considerato lavoro dipendente secondo le norme della legislazione sul lavoro (art. 49 comma 1 del TUIR). I proventi conseguiti in sostituzione di redditi, anche per effetto di cessione dei relativi crediti, e le indennita’ conseguite, anche in forma assicurativa, a titolo di risarcimento di danni consistenti nella perdita di redditi, esclusi quelli dipendenti da invalidita’ permanente o da morte, costituiscono redditi della stessa categoria di quelli sostituiti o perduti. Gli interessi moratori e gli interessi per dilazione di pagamento costituiscono redditi della stessa categoria di quelli da cui derivano i crediti su cui tali interessi sono maturati (art. 6 comma 2 del TUIR). Il messaggio INPS del 29 marzo 2006 n. 9706 chiarisce che tutte le indennità e le somme o i valori percepiti in sostituzione di lavoro dipendente o equiparati a questi, sono assoggettati a tassazione come redditi di lavoro dipendente.